BORSA-FINANZA.COM

TRASPARENZA ASSICURAZIONI RC AUTO

C'è una legge del 2001 il cui regolamento di attuazione favorisce la trasparenza nelle liquidazione dei danni dovuti agli incidenti stradali.

Precisamente: il diritto di accesso agli atti può aiutare molto a valutare l'importo del risarcimento e la presentazione della relativa domanda all'assicurazione.

A partire dal 22 maggio 2004 è entrato in vigore il decreto ministeriale n. 74 del 20 febbraio 2004 che è il regolamento di attuazione dell’art. 3 della legge n. 57 del 5. marzo 2001.

L'articolo in esame dispone che contraente, assicurato e danneggiato abbiano diritto ad accedere agli atti della compagnia assicurativa rilevanti ai fini della liquidazione negli incidenti stradali.

La richiesta può essere fatta nei seguenti casi:
A) Il danneggiato ha già ricevuto un'offerta di risarcimento.
B) L'assicurazione comunica che non intende fare un'offerta, menzionandone i motivi.
C) L'assicurazione non ha formulato nessuna offerta.

La richiesta di accesso agli atti va fatta nel rispetto di questi termini dalla data di richiesta di risarcimento:
A) Dopo 30 giorni, nel caso di danni a cose e se il modulo di denuncia e' stato sottoscritto dai conducenti dei veicoli.
B) Dopo 60 giorni se si tratta di danni a cose.
C) Dopo 90 giorni se il sinistro è stato causa di lesioni personali o di decessi.
D) Dopo 120 giorni dalla data in cui è accaduto il sinistro.

Per l'accesso il procedimento è il seguente:
La richiesta scritta va presentata a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, a mezzo telefax (a patto che sia con rilascio del relativo rapporto di trasmissione), o consegnata a mano alla direzione della compagnia assicurativa od all’ufficio liquidazione sinistri di questa.

Nella richiesta vanno indicati gli estremi dell’atto oggetto della richiesta stessa facendo riferimento all’interesse personale e concreto del soggetto interessato.

L’interessato deve dimostrare la propria identità (è comunque possibile incaricare un’altra persona tramite apposita procura o delega).

In presenza di tutti i presupposti, la compagnia assicurativa non può non accogliere la richiesta.

Nel caso che la richiesta sia irregolare oppure incompleta, l'impresa assicurativa deve darne avviso entro 15 giorni indicando le correzioni da apportare.

Il procedimento va concluso entro 60 giorni.

La compagnia assicurativa deve comunicare al richiedente l’accettazione dell’accesso agli atti entro 15 giorni e indicare il responsabile d’ufficio che si occupa del sinistro in esame indicando un termine compreso fra 10 e 20 giorni per prendere visione degli atti o per ottenerne copia.

Degli atti può essere presa visione, l’interessato può prendere appunti e/o ottenere copia, previo pagamento delle fotocopie.

Nel caso in cui la compagnia assicurativa non ottemperi al suo dovere di accogliere la richiesta, l’interessato può fare reclamo all’ISVAP.

Il decreto si applica a tutti i sinistri successi alla data di entrata in vigore della legge 5 marzo 2001, n.57.